Come funzionano i nostri impianti?

Un climatizzatore per imbarcazioni è costituito da 4 componenti principali (il compressore, il condensatore, l’evaporatore ed il ventilatore) collegati tra loro tramite tubazioni in rame attraverso cui fluisce il gas refrigerante. Il compressore comprime il refrigerante e lo spinge verso il condensatore al cui interno avviene lo scambio termico tra il gas e l’acqua di mare che circola nel condensatore stesso grazie all’ausilio di una pompa. Nel condensatore avviene il primo passaggio di stato del gas, da stato gassoso a stato liquido. Il calore sottratto al gas compresso viene ceduto all’acqua di mare, che viene scaricata fuori bordo ad una temperatura più alta. Il liquido generatosi nel condensatore fluisce quindi all’interno dell’evaporatore all’interno del quale avviene il secondo passaggio di stato, da liquido a gassoso. L’evaporazione avviene grazie allo scambio termico fra l’aria della cabina ad alta temperatura ed il gas freddo che fluisce all’interno dell’evaporatore. L’aria della cabina è aspirata ed immessa nuovamente in ambiente a bassa temperatura grazie all’azione del ventilatore. Nella modalità pompa di calore il gas fluisce nel verso opposto, condensando (e quindi cedendo calore) grazie all’aria ambiente che quindi si riscalda aumentando la temperatura in cabina ed evaporando (quindi raffreddandosi) grazie all’azione dell’acqua di mare. Il funzionamento di tutti i climatizzatori è influenzato significativamente dalla temperatura dell’acqua di mare, sia in funzionamento estivo che in quello invernale. Grazie all’impiego di scambiatori appositamente disegnati per lavorare in condizioni climatiche particolarmente gravose i nostri climatizzatori sono in grado di lavorare alla più alta efficienza con temperature dell’acqua di mare variabili tra i 5 e i 35°C.